fbpx

Plauto Tito Maccio

Plauto Tito Maccionasce intorno al 250 a.C. a Sarsina e muore a Roma nel 184. Le fonti ci hanno trasmesso, su di lui, pochissime informazioni biografiche sicure e molte leggende create dalla fantasia. Per noi egli vive solo nelle sue commedie che ci rivelano un genio teatrale tra i maggiori di tutti i tempi, destinato a influire profondamente sulla nostra cultura. La tradizione manoscritta ci ha conservato ventun commedie: Amphitruo, Asinaria, Aulularia, Bacchides, Captivi, Casina, Cistellaria, Curculio, Epidicus, Menaechmi, Mercator, Miles gloriosus, Mostellaria, Persa, Poenulus, Pseudolus, Ridens, Stichus, Trinummus, Truculentus, Vidularia.

Gli altri libri dell’autore