fbpx

La detestata sogliola

1° ed.
978-88-317-4948-0
Un incantevole racconto, una riflessione sul mondo che delizierà chiunque lo legga
 
«Lui odiava le sogliole. Quando in albergo,
a Riva del Garda, le servivano alla mugnaia,
lui commentava: “La detestata sogliola”. E noi non capivamo» Margot Galante Garrone
 
«Le parole le fa diventare parte di una sua riflessione sul mondo, la società, l’esperienza, che ha la forza travolgente di un disincantato candore, di una immediata e sconcertante sincerità» Cesare De Michelis
 
Un ritratto familiare e un autoritratto ironico, leggero, delicato. Colmo di humor, di esprit, di sfumature. Una vita raccontata attraverso brevi eventi, ricordi, splendidi e gustosi flash uniti da un sottile filo conduttore che rivela i pensieri, i sentimenti, gli stati d’animo di una donna e un’artista straordinaria. Un magnifico labirinto, non una trama lineare e precisa. E il lettore, colmo di stupore, si troverà a sovrapporsi, identificarsi, condividere, ridere, sorridere e riflettere pieno di ammirazione e meraviglia di fronte a tanta levità e profondità.

Autore

Margot, pseudonimo di Margherita Galante Garrone (Torino 1941 - Genova 2017), è stata cantautrice, compositrice, regista teatrale. Tra gli esponenti di spicco del gruppo di Cantacronache, ha collaborato con Italo Calvino, Franco Fortini, Gianni Rodari (autori dei testi delle sue canzoni) alla nascita della canzone d’autore italiana. Si è sposata due volte: con il compositore Sergio Liberovici (fondatore di Cantacronache) – da cui ha avuto Andrea, compositore e regista – e con il musicologo Giovanni Morelli. Dagli anni ottanta si è dedicata alla regia lirica e al teatro di marionette “per adulti” fondando il Gran Teatrino La Fede delle Femmine con Paola Pilla e Margherita Beato, realizzando quindi una ricchissima teatrografia poetico-musicale a cui ha partecipato, sia come autore sia nell’insolita veste di attore in video, il poeta Andrea Zanzotto.