fbpx

L'ultima spiaggia

L'ultima spiaggia

Rive e derive del cinema italiano

pp. 192, 1° ed.
978-88-297-0896-3
La spiaggia è un topos culturale nel quale si rispecchiano lucidamente le caratteristiche sociali, antropologiche e identitarie di un popolo. In quanto tale essa occupa da sempre nella tradizione cinematografica italiana un posto di assoluto rilievo che tuttavia ad oggi non è stato sufficientemente indagato. Il presente volume nasce dunque dall’esigenza di approfondire la riflessione su questo “luogo comune” dell’immaginario nazionale che, soprattutto nel periodo compreso tra gli anni trenta e ottanta, ha fatto da set a singole scene o anche a interi film capaci di rappresentare con nitidezza, tra luci e ombre, il rapporto degli italiani con l’avvenire e la modernità.

Autore

è professore ordinario al dams dell’Università Roma Tre,dove insegna Cinema italiano e Cinema e tecnologia. Ha pubblicato numerosi volumi, tra cui L’immagine politica. Forme del contropotere tra cinema, video e fotografia nell’Italia degli anni settanta (Mimesis 2015), Il sistema Pixar (Premio Limina, il Mulino 2017), Sergio Leone. Cinema as Political Fable (Oxford University Press 2020), e ha curato Matteo Garrone (Marsilio 2020).