fbpx

Giovanni Bellini

Giovanni Bellini

L'eccellenza del colore

pp. 280, 1° ed.
978-88-297-0942-7
«Per me, l’arte di Giovani Bellini è una passione che dura da mezzo secolo…». Peter Humfrey ci conduce attraverso l’opera di Giovanni Bellini, uno dei massimi pittori dell’Italia del Rinascimento e certamente la figura dominante nella Venezia della seconda metà del xv secolo. La sua lunga carriera, quasi sessant’anni di attività tutti trascorsi in una Venezia all’apice del suo potere, splendente e ricchissima, segnò la transizione tra lo stile tardogotico in voga negli anni della sua giovinezza e la Maniera moderna di Giorgione e Tiziano. Il successo di Bellini fu tale da influenzare enormemente lo sviluppo della tradizione pittorica veneta per i tre secoli a seguire, e la sua particolare sensibilità per il potere espressivo della luce e del colore e per la poesia del paesaggio divenne una caratteristica fondamentale dell’intera produzione artistica veneziana. Questo volume racconta, in modo breve e accessibile, ma allo stesso tempo autorevole e aggiornato, il lavoro del grande Maestro.
 

Autore

 è Professore emerito di Storia dell’arte all’università di St Andrews in Scozia, dove ha insegnato dal 1977 al 2012. È autore di numerose pubblicazioni sull’arte italiana del Rinascimento, tra cui monografie sui pittori Cima da Conegliano (1983), Lorenzo Lotto (1997) e Tiziano (2007). È anche autore dell’approfondita ricerca The Altarpiece in Renaissance Venice (1993) e co-autore del catalogo ragionato delle opere di Giovanni Bellini (2020) e di Bonifacio de’ Pitati (di prossima pubblicazione). È stato membro del comitato consultivo di numerose mostre internazionali alla National Gallery of Art, Washington, al Metropolitan Museum of Art, New York e al J. Paul Getty Museum, Los Angeles.