Fuoco, vento, alcol


pp. 192, rilegato, 1° ed.
978-88-317-9008-6
Il nuovo libro dell’autrice di Non riattaccare (Premio Selezione Bancarella 2006)

A volte l’amore si intreccia coi libri. Un’autrice può innamorarsi di un ragazzo che non la ricambia per scrivere di lui, e trasformare un sentimento in un romanzo; una vedova può perfezionare il proprio dolore fino a procrastinare di anni e anni il suicidio; e un marito può scoprire di essere meno reale per sua moglie di un uomo che neanche lei conosce di persona.
Altre volte, i libri tacciono delle storie. Collodi non ci ha mai detto quale vita abbia vissuto Geppetto nella balena, e primedonne come Cenerentola o la Bella Addormentata hanno oscurato le esistenze di sorellastre e castellani condannati al sonno.
Altre volte ancora, le storie nascono da una sbronza, e chissà se sono vere o no. Il primo amore che riemerge dal mare del passato per poi affogare in un Bloody Mary, delle formiche che sciamano da sotto un lavandino o forse soltanto da una mente allucinata, un locale che è rimasto immutato per vent’anni ma potrebbe non essere mai esistito.

In nove racconti divisi in gruppi di tre Alessandra Montrucchio narra il fuoco dell’amore, il vento delle favole, l’alcol nelle vene: tre elementi, tre furie, tre simboli

Tre volte il numero perfetto per parlare di ciò che è imperfetto. Della magia e del disincanto di essere vivi

Alessandra Montrucchio vive a Torino. Insieme a Cristina Virone, sotto lo pseudonimo di Jenny Haniver, è autrice di una saga per bambini di cui sono usciti i primi libri, Io sono Salamandra e Salamandra Daremouse in fuga dall’Ibridia (Feltrinelli Kids). Con Marsilio ha pubblicato la raccolta di racconti Ondate di calore (1996, Premio Calvino) e i romanzi Cardiofitness (1998, ed. tascabile 2005), dal quale è in uscita un film con Nicoletta Romanoff protagonista, e Macchie rosse (2001), tradotti anche all’estero. Il suo ultimo romanzo è Non riattaccare (Marsilio 2005).

Autore

vive a Torino. Per Marsilio ha pubblicato Ondate di calore (1996, Premio Calvino), Cardiofitness (1998, da cui il film di Fabio Tagliavia con Nicoletta Romanoff), Macchie rosse (2001), Non riattaccare (2005, Premio Selezione Bancarella) e Fuoco, vento, alcol (2006, Premio Settembrini Giuria Giovani). Per Feltrinelli ha scritto il libro di viaggio Berlino (2007) e, con Cristina Virone, la saga per bambini di Salamandra Daremouse. Insieme a Laura Tonatto, ha pubblicato per Einaudi Storia di un naso (2006).