fbpx

Ludwig Tieck

Ludwig Tieck(Berlino 1773-1853), figura chiave del primo Romanticismo, fu abile sperimentatore in ogni campo dell’attività letteraria, scrittore fecondo, editore di grandi contemporanei tra cui Wackenroder, Novalis e Kleist; teorico, critico teatrale e traduttore di Shakespeare e di Cervantes. Visse prevalentemente a Berlino, ma furono centrali nella sua vita il soggiorno a Jena tra il 1799 e il 1800, nonché il lungo periodo di Dresda dal 1819 al 1842 come direttore del teatro di corte. Dal 1803 fino al 1818 visse a Ziebingen, vicino a Francoforte sull’Oder, da dove partì per una serie di importanti viaggi in Inghilterra e in Italia. Scrisse il romanzo epistolare William Lovell (1793-96) e subito dopo uno dei più noti romanzi di formazione della letteratura tedesca (Le peregrinazioni di Franz Sternbald, 1797). È stato l’autore di un’altrettanto nota rielaborazione di una fiaba di Perrault (Il gatto con gli stivali, 1797). Il suo contributo maggiore alla storia della letteratura fu senza dubbio il lavoro di invenzione e di rifacimento delle fiabe, non soltanto tedesche. Le opere degli ultimi decenni furono contrassegnate da un graduale passaggio a moduli di scrittura realistici e a una sensibilità ormai vicina al nascente Biedermeier.

I libri dell’autore