Il giardino di pietra

Il giardino di pietra

traduzione di

pp. 320, 2° ed.
978-88-317-9738-2
È una calda giornata di giugno, Josefin Cederén cammina con la figlia Emily lungo la strada di un quartiere residenziale di Uppsala, quando improvvisamente una macchina le investe con violenza, uccidendole. Quello stesso giorno, scompare Sven-Erik Cederén, marito e padre delle due vittime, ora principale sospettato del duplice omicidio. Ma davvero si è trattato di un dramma privato? È possibile che un uomo arrivi ad annientare la propria famiglia? Alla guida delle indagini, Ann Lindell, trentacinque anni, da quindici all'anticrimine di Uppsala, non ne è del tutto convinta. C'è anche un'altra pista che si fa strada: Cederén potrebbe essere coinvolto in un clamoroso scandalo farmaceutico internazionale. Impegnata nelle ricerche con la determinazione che la distingue, Ann intanto sente sempre più forte il desiderio di una vita normale, ma proprio quando è convinta che le cose comincino a girare nel verso giusto, si trova improvvisamente davanti a una scelta decisiva che rimette tutto in discussione. Esponente di spicco della scuola del giallo svedese, Kjell Eriksson è stato il primo a fare di una donna la protagonista di una serie poliziesca di successo, ottenendo un riconoscimento da parte della polizia di Stoccolma per l'autenticità e l'impegno del suo racconto.

Autore

(Uppsala 1953) con Marsilio ha pubblicato anche Il giardino di pietra. La serie di Ann Lindell, dieci episodi tutti nominati al Premio dell'Accademia svedese del poliziesco, è oggetto di una trasposizione televisiva prodotta da Yellow Bird. Così il produttore: «L'universo di Ann Lindell e dei suoi colleghi fornisce un'ambientazione perfetta per un film poliziesco ricco di suspense e allo stesso tempo impegnato, che incontrerà il favore di un largo pubblico.»