Da Torino a Bangkok

Architetti e ingegneri nel regno del Siam

pp. 200, 1° ed.
978-88-317-9512-8
La dimensione internazionale delle carriere professionali, degli immaginari figurativi e delle culture costruttive, costituisce uno degli aspetti più interessanti dell'architettura tra Ottocento e Novecento.
Attori di un'emigrazione professionale ancora poco indagata, architetti e ingegneri si muovono lungo le rotte percorse da esploratori, commercianti e diplomatici. Essi mettono in circolazione competenze e modelli maturati in seno ai contesti urbani e alle scuole dell'Ottocento europeo, che sopravvivono in molti paesi extraeuropei alla conclusione del secolo.
L'autrice ripercorre le tracce di un gruppo di architetti e ingegneri diplomati a Torino che nel primo quarto del Novecento lavora all'interno del Dipartimento dei Lavori Pubblici di Bangkok: ne indaga motivazioni personali e collettive all'origine della partenza, analizza il bagaglio delle loro conoscenze e le ragioni del loro successo.
Sullo sfondo c'è l'incontro, condizionato dalle dinamiche imperialiste, tra Oriente e Occidente. Al centro della scena è il cantiere del Palazzo del Trono progettato da Annibale Rigotti, insieme a Mario Tamagno, per il Regio Parco Dusit, nuovo centro simbolico della capitale siamese.

Francesca Filippi (Torino 1974) è dottore di ricerca in Storia dell'architettura e dell'urbanistica. Docente incaricato del Politecnico di Torino, svolge presso lo stesso ateneo, in qualità di assegnista, ricerche sull'architettura del XIX e XX secolo, sulla formazione di architetti e ingegneri a Torino e sui temi connessi alla loro circolazione internazionale. Dal 2002 è nella redazione del "Giornale dell'Architettura".




Autore

(Torino 1974) è dottore di ricerca in Storia dell'architettura e dell'urbanistica. Docente incaricato del Politecnico di Torino, svolge presso lo stesso ateneo, in qualità di assegnista, ricerche sull'architettura del XIX e XX secolo, sulla formazione di architetti e ingegneri a Torino e sui temi connessi alla loro circolazione internazionale. Dal 2002 è nella redazione del "Giornale dell'Architettura".