Smokiana

Elogio del fumo nella letteratura di tutti i tempi

pp. 224, 1° ed.
978-88-317-9330-8
Si conclude con questo volume lo straordinario viaggio
sentimentale intorno al mondo dei vizi letterari
che la coppia R&R ha inaugurato con i fortunati
Elogio della sbronza consapevole e Elogio dell’amore vizioso

Dopo Bacco e Venere ecco dunque il Tabacco.
Smokiana è il più completo e divertente volume della Trilogia dei Vizi: mai “fumo” fu reso più palpabile che in queste pagine.
Il fumo delle sigarette certo, ma anche delle pipe, dei sigari, delle foglie e degli sterpi fumati in tempo di guerra. E ancora: tabacchi da meditazione, misteriosi cilindretti orientali, e, in un capitolo conclusivo e denso come una nebbia di un romanzo gotico, una panoramica sulle droghe d’ogni tempo e luogo narrativo.
Oltre alle abituali “false citazioni” disseminate qua e là e tutte da scoprire, Remmert & Ragagnin tornano a colpire con dieci racconti originali. Dieci fulmini parodistici che confermano l’unicità della loro scrittura a quattro mani.

«Una cavalcata tra secoli di storia e attraverso
i più diversi paesi alla ricerca di testimonianze autorevoli»  
Matteo B. Bianchi dispenser


Enrico Remmert è nato nel 1966 a Torino, dove vive e lavora. Scrive su giornali e riviste, si occupa di sceneggiature per cinema, fumetti e tv. Il suo ultimo romanzo è il fortunato e pluritradotto La ballata delle canaglie (Marsilio 2002 e Marsilio Tascabili 2006).
www.enricoremmert.com

Luca Ragagnin, nato a Torino nel 1965, è autore di numerosi volumi in prosa, in versi e teatrali. Scrive testi di canzoni. Con Marsilio, oltre alla trilogia con Remmert, ha pubblicato insieme a Gero Giglio Amori boomerang (2007).
www.lucaragagnin.it

Autori

è nato a Torino nel 1965. Tra i suoi libri ricordiamo il romanzo Marmo rosso, le raccolte di racconti Pulci e Un amore supremo e le raccolte di poesie Biopsie e La balbuzie degli oracoli.
è nato nel 1966 a Torino. Per Marsilio ha pubblicato tre romanzi: Rossenotti (1997), La ballata delle canaglie (2002) e Strade bianche (2010). È tradotto in una decina di lingue.