fbpx

Concerti senza orchestra

1° ed.
978-88-317-9288-2
In un mondo moderno così povero di sensazioni, capace unicamente di offrire attimi che si rincorrono privi di qualsiasi armonia, solo l’artista che sa bastare a se stesso, e non ricerca il plauso del pubblico, può salvarsi dalla mediocrità. Sono questi sentimenti - originali e peculiari del vissuto di ciascuno - che, raccontati sapientemente attraverso l’utilizzo di delicate tonalità romantiche, danno vita ai Concerti senza orchestra di questo libro.

Finalista al Premio Strega 1999,
vincitore del Premio Rhegium Julii per l'opera prima, del Premio Selezione Chiara e del Premio Basilicata

«Su Nicola Lecca c’è da contare per il futuro della nostra letteratura» Mario Rigoni Stern

«Nicola Lecca ha scritto questi racconti come una volta, per l'eternità: mi rallegro che esistano ancora ventenni come lui» Sergio Maldini

«Lo stile vagamente ottocentesco dei racconti di Nicola Lecca fa da sfondo a un’espressione notevole, matura: mi rallegro che esistano ancora ventenni come lui» Sergio Maldini

«Nicola Lecca è un giovane scrittore di grande talento» Dacia Maraini

«In questo giovane autore il talento esiste» Alberto Bevilacqua

Autore

(Cagliari, 1976) è un appassionato viaggiatore e ha vissuto a lungo in Inghilterra, in Svezia e in Islanda. Con Marsilio ha pubblicato: Concerti senza orchestra (1999), finalista Premio Strega e Premio Rhegium Julij per l’opera prima, Ritratto notturno (2000), Prix du Premier Roman, e Ho visto tutto (2003), Premio Hemingway. Il suo romanzo Hotel Borg (Mondadori, 2006), Premio della Società Lucchese dei lettori, è tradotto in sette paesi europei fra i quali Germania, Danimarca, Olanda e Islanda.