Baldassarre Peruzzi (1481-1536), senese, è una delle figure chiave dell’arte del Rinascimento. Come i suoi maestri Francesco di Giorgio e Bramante – e naturalmente Raffaello, suo principale ispiratore – fu uno dei pochi uomini universali capaci di influire in modo determinante sullo sviluppo dell’arte europea in moltissimi campi. Fu infatti architetto, pittore, progettista di sculture, incisioni, medaglie e oggetti d’uso, nonché teorico, archeologo, ingegnere militare e scenografo. Dopo essersi formato a Siena, nel 1503 Peruzzi fu scoperto da un potente concittadino che si era fatto strada a Roma, il banchiere papale Agostino Chigi, che gli affidò la realizzazione della sua fastosa dimora lungo il Tevere: villa Farnesina Chigi. Baldassarre lavorò poi per tutti i pontefici, da Giulio 11 a Paolo 111, per cardinali, dal potente Riario al Trivulzio, per confraternite e signori, come Alberto Pio da Carpi, e per le principali famiglie romane, come i Savelli, gli Orsini, i Cesarini e i Massimo. Fu architetto della fabbrica di San Pietro a Roma e, fuggito in patria a seguito del Sacco di Roma del 1527, divenne architetto della Repubblica di Siena, responsabile del cantiere del Duomo e di numerosi altri edifici civili, religiosi e militari. Questo volume costituisce la riflessione più aggiornata sull’opera di uno dei grandi architetti del Cinquecento, sulle sue opere pittoriche, sui suoi edifici e sulla sua stupefacente opera grafica, che abbraccia decine di progetti architettonici e figurativi, nonché studi teorici, rilievi e ricostruzioni archeologiche, gelosamente custoditi nei gabinetti di disegni dei grandi musei europei.

Il Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio è un istituto di ricerca sulla storia dell’architettura sostenuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Regione del Veneto, dalla Provincia, dal Comune e dalla Camera di Commercio di Vicenza. Fondato nel 1958, ha da sempre un profilo spiccatamente internazionale e le sue attività sono indirizzate da un Consiglio scientifico di cui fanno parte autorevoli storici dell’architettura provenienti dall’Europa e dagli Stati Uniti. Il Centro promuove corsi, seminari, pubblicazioni e mostre dedicati non solo a Palladio, ma all’architettura dall’Antichità al Novecento, nonché ai problemi della conservazione e del restauro di edifici storici. Mette inoltre a disposizione del pubblico una biblioteca, una fototeca e un archivio specializzati. Da un decennio è attivo nel campo delle applicazioni delle tecnologie informatiche ai beni culturali. Le attività del Centro sono illustrate in rete sul sito www.cisapalladio.org

Questo volume raccoglie gli esiti del 19° Seminario internazionale di storia dell’architettura che il Centro, in collaborazione con l’Accademia Nazionale dei Lincei e con il sostegno della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, ha dedicato nel maggio 2001 al grande architetto senese Baldassarre Peruzzi. Curato da Christoph L. Frommel (Bibliotheca Hertziana, Roma), Arnaldo Bruschi (Università la Sapienza di Roma), Howard Burns (Istituto Universitario di Architettura di Venezia), Francesco Paolo Fiore (Università la Sapienza di Roma), Pier Nicola Pagliara (Università di Roma Tre), esso rappresenta la più aggiornata pubblicazione su Peruzzi e prosegue la serie di studi dedicati dal Centro ai grandi architetti rinascimentali, inaugurata tre anni fa con Bramante milanese e l’architettura del Rinascimento lombardo. Hanno contribuito al volume Bruno Adorni, Valeria Annecchino, Sergio Bettini, Arnaldo Bruschi, Silvia Danesi Squarzina, Marzia Faietti, Paolo Fancelli, Francesco Paolo Fiore, Christoph L. Frommel, Sabine Frommel, Achim Gnann, Jutta Götzmann, Pierre Gros, Hans Hubert, Ann C. Huppert, Jehane R. Kuhn, Marco Magagnini, Mauro Mussolin, Rossella Ongaretto, Paola M. Poggi, Maurizio Ricci, Renata Samperi, Marco Santini Muratori, Regine Schallert, Elena Svalduz, Cristiano Tessari, Vitale Zanchettin.