fbpx

Il capitalismo organizzato

Il settore saccarifero in Italia 1800-1945

pp. 304
978-88-317-8416-0

La storia dell’industria saccarifera in Italia, qui delineata, offre nuove evidenze su aspetti molteplici e non secondari della nascita e dello sviluppo di questo settore oligopolistico. Dall’analisi, condotta su una letteratura assai vasta e su fonti documentarie in gran parte inedite, emergono i condizionamenti derivanti dal clima e dalla struttura fondiaria e contrattuale dell’agricoltura italiana, gli eventi che scatenarono, fra il 1898 e il 1900, la mania degli zuccherifici e poi la spensero, i conflitti e le istanze partecipative che animarono i rapporti tra coltivatori e industriali, le lotte tra raffinatori e fabbricanti di zucchero, le scelte e le strategie espansive delle maggiori imprese, le guerre e gli accordi con i nuovi entranti, la rilevanza della leva finanziaria. Vengono in piena luce i tratti di un’industria eminentemente politica e organizzata, che realizzò, con l’appoggio delle banche, l’assoluta "autonomia" degli amministratori delle società per azioni ed offrì poi, negli anni trenta, un concreto esempio di "corporazione in azione".

Patrizia Sabbatucci Severini (Matelica 1948) è professore associato di Storia economica presso l’Università di Macerata. Ha pubblicato saggi e contributi su riviste italiane e volumi collettanei.

Autore

(Matelica 1948) è professore associato di Storia economica presso l’Università di Macerata. Ha pubblicato saggi e contributi su riviste italiane e volumi collettanei.