Felicità

e altri racconti
Nuova traduzione di , a cura di
978-88-317-8408-5

Pubblicata nel 1920, mentre Mansfield era ancora in vita, Felicità e altri racconti è una raccolta di piccoli capolavori letterari: da Preludio, in cui l’autrice torna alla sua infanzia neozelandese con una prosa di intensa liricità, a Je ne parle pas français, in cui prevale la vena più sarcastica e amara della scrittrice, il suo sguardo disincantato e impietoso, capace comunque di produrre esiti poetici forse prima di lei sconosciuti al genere del racconto. Accanto all’influsso dal nuovo linguaggio cinematografico, che ben si armonizza con la tecnica narrativa "impressionista", la raccolta rivela - come di consueto in Mansfield - un forte portato biografico, che conduce a temi come la malattia, l’infanzia, il sentimento, ma anche il disagio di essere donna in una società patriarcale. Capace al contempo di offrire ai lettori la propria esperienza di vita e il proprio sguardo infinitamente curioso sul mondo, Mansfield è oggi riconosciuta come una delle figure di spicco del modernismo letterario inglese, per il profondo rinnovamento linguistico e strutturale che ha operato attraverso la forma del racconto.

Marina Mascagni è insegnante e traduttrice.

Maurizio Ascari insegna letteratura inglese presso l’Università di Bologna. Per la Letteratura universale Marsilio ha tradotto Il richiamo della foresta di Jack London (1996, tascabile 2003) e curato Il nido delle colombe di Katherine Mansfield (2002).

Autore

personalità enigmatica, donna di grande fascino e di toccante fragilità, Katherine Mansfield, con la sua singolare esperienza di vita e la sua morte precoce, è diventata uno dei grandi miti moderni, celebrato da generazioni di biografi (grande risonanza ha avuto in Italia la Vita breve di Katherine Mansfield di Pietro Citati) e rivisitato con passione ideologica dalla critica femminista.