L'incubo della ragione

L'incubo della ragione

1° ed.
978-88-317-2916-1

La «piccola età del ghiaccio», tra il 1570 e il 1700, vide le temperature abbassarsi da 3 a 5 gradi, con effetti devastanti sui raccolti. Philipp Blom dimostra la sorprendente correlazione tra questa circostanza e la nascita dell’Illuminismo. Gli studiosi cominciarono a tralasciare i testi biblici per applicarsi alla risoluzione dei problemi concreti. La teologia perse così il suo primato a favore della scienza. Le rotte commerciali si estesero, dalle prime importazioni di grano dai paesi baltici, a tutto il mondo. La nobiltà fondiaria cominciò a indebolirsi a favore della borghesia urbana. La rapida crescita delle città spinse i contadini a trasferirvisi, gettando le basi per la creazione del proletariato urbano. Il progresso tecnologico e l’espansione delle economie generarono infine la rivoluzione industriale, il cui risultato è il capitalismo globale di oggi. 

Autore

 (Amburgo, 1970) ha studiato filosofia, storia e cultura ebraica a Vienna e a Oxford. Vive a Vienna e scrive per riviste e giornali europei e americani. Ha vinto numersi riconsocimenti, tra cui il Premio Terenci Moix e il premio per la saggistica in Germania. I suoi libri sono tradotti in tutto il mondo.
www.philipp-blom.eu