Diario privato del cinema italiano

Diario privato del cinema italiano

Una storia orale da Abatantuono a Zalone

pp. 304, 1° ed.
978-88-317-2715-0
Inediti ritratti dei maestri e delle maestranze, trucchi e magie del nostro cinema nelle sue varie stagioni: una formula brillante per raccontare il caleidoscopico mondo del grande schermo, con la regia di uno dei più abili intervistatori di oggi. Da Sandra Milo a Marco Bellocchio, da Valerio Mastandrea a Paolo Poli, una rocambolesca réunion in cui attori, sceneggiatori, registi si mettono in gioco. Sullo sfondo le trasformazioni del costume in un paese che ha sempre avuto con la settima arte un rapporto di amore e odio, orgoglio e pregiudizio.

Autore

 (Roma, 1975), giornalista, è figlio del produttore Amedeo e della scrittrice Barbara Alberti. Ha lavorato all’«Unità», a Skysport (con diversi documentari sul calcio), al «Manifesto», all’«Espresso» per poi approdare al «Fatto Quotidiano». Di recente ha scritto con Loredana Berté Traslocando. È andata così (2015), autobiografia della cantante, e Se vuoi provarci, fallo fino in fondo. Claudio Ranieri, storia di un vincente (2016).