Serenissimi Affari

I veneti in Borsa tra splendore e declino
prefazione di

pp. 128, 1° ed.
978-88-317-2031-1

Da Luxottica a Safilo, dalla galassia Marzotto a quella dei Benetton, da De Longhi a Nice, questo libro raccontata la storia (anche la più recente), delle maggiori imprese operanti nelle Venezie, i territori della Serenissima.
Mettendo impietosamente in fila i numeri, Serenissimi affari è la foto-storia di un modello industriale che aveva dato nel corso degli anni ‘80 e ‘90 i suoi frutti migliori: protagoniste sono le imprese che furono di successo e oggi soffrono la crisi del Paese, ma anche quelle che hanno vinto la sfida della globalizzazione, divenendo invece, campioni internazionali. La direzione da seguire ora, è quella di un ripensamento del modello imprenditorial-industriale che inauguri un nuovo ciclo di ripresa, in un territorio industriale che resta privilegiato per almeno due motivi: capitali decisivi per il suo sviluppo nei mercati borsistici e un sistema bancario che non chiude i rubinetti, nemmeno di fronte a pesanti piani di ristrutturazione.
Serenissimi Affari si chiude là dove, per molti degli imprenditori veneti, protagonisti di questa storia, inizia un futuro pieno di incognite, che dovrà per forza di cose segnare una profonda discontinuità con il loro passato anticipando, come è sempre stato, le traiettorie del mondo delle imprese a livello nazionale.