La gallina

La gallina


pp. 240, 1° ed.
978-88-317-0899-9
In una ricca ed elegante città europea una vecchia vestita come uno spaventapasseri riesce con un tranello a consegnare una gallina viva al maggiordomo di Elena e Massimiliano De Giorgi, facoltosi e influenti coniugi di mezza età. Nel giro di poche ore, tuttavia, si comprende che nessuno ha mai ordinato una gallina viva. Cosa si nasconde, allora, dietro un regalo tanto singolare? Si tratta di uno scherzo di cattivo gusto? Chi è stato a organizzare quella che all'inizio sembra solo una burla, e per quale ragione? Ben presto, mentre il mistero sull'identità della vecchia si infittisce, Elena e Massimiliano si dividono sul metodo migliore di sbarazzarsi della bestia, relegata in un angolo del tenebroso salone di casa da dove diverrà sempre più difficile stanarla. Finché un giorno, attirato dal folle vortice di errori ed equivoci che tanto i padroni quanto i domestici hanno contribuito a sollevare, lo spettro della catastrofe apparirà all'orizzonte. Esilarante farsa raggelata dallo humor più nero, La gallina è anche un atroce apologo metafisico in grado di materializzare le paure più profonde; fra tutte, quella di smarrire per sempre la propria umanità.

Autore

è nato a Sora nel 1968. Vive a Roma da molti anni. Dottore di ricerca in filosofia del linguaggio, ha pubblicato saggi su Democrito, Aristotele, Descartes e Leibniz. Ha insegnato a lungo nelle università ed è docente di ruolo nei licei. È critico letterario del quotidiano «il Giornale».