fbpx

Vachel Lindsay

Vachel Lindsaypoeta e predicatore vagante, fu chiamato il William Blake dell’età del jazz. Nato a Springfield (Illinois) nel 1879, fece studi artistici a Chicago e a New York. Oltre a due libri di viaggio, pubblicò varie raccolte di poesie che gli diedero grande fama negli States. Edgar Lee Masters, l’autore dell’Antologia di Spoon River, gli dedicò una biografia e Allen Ginsberg, padre della beat generation, lo citava frequentemente. Lindsay coltivò una fiducia illimitata nelle sorti degli Stati Uniti, esaltandone i caratteri originali e prospettandone un futuro strettamente legato allo sviluppo della democrazia (e del cinema). Morì suicida nel 1931 e la sua morte è così rievocata da Allen Ginsberg in una poesia del 1958: «In un’altra città 27 anni fa / vedo la tua ombra sul muro / sei seduto in bretelle sul letto / l’ombra della mano ti solleva una pistola alla tempia / la tua ombra s’inarca e cade a terra».

I libri dell’autore