fbpx

Umberto Terracini

Umberto Terracini (Genova, 1895-Roma, 1983) fondò con Gramsci «Ordine Nuovo» e nel 1919 entrò a far parte della direzione del Psi, rappresentando la corrente comunista, che al congresso di Livorno si costituì in partito autonomo. Tra i più autorevoli dirigenti del Pci, lo rappresentò al III Congresso dell’Internazionale comunista. Arrestato nel 1926, fu condannato a 23 anni di carcere. Nel 1937, estinta la pena per amnistia, fu assegnato al confino a Ponza e poi a Ventotene, dove fu liberato nel 1943. Nel 1944 riparò in Svizzera. Rientrato in Italia, deputato alla Costituente per Genova, ne fu presidente. È stato senatore del Pci dal 1948 al 1983.

I libri dell’autore