fbpx

Aleksandr Solzenicyn

Aleksandr Solzenicyn

(Kislovodsk 1918-Mosca 2008), dopo l’esordio nel 1962, in particolare con Una giornata di Ivan Denisovi č che lo rese subito famoso nel mondo, ricevette il premio Nobel per la Letteratura nel 1970. Venne espulso dall’urss nel 1974 per altre opere proscritte dalla censura nel suo paese e pubblicate solo all’estero, tra le quali Arcipelago Gulag. Visse l’esilio negli Stati Uniti, lavorando al grandioso ciclo storico-narrativo La Ruota rossa fino al 1994, quando rientrò in patria, dove, anche nei suoi ultimi anni, continuò a scrivere e a pubblicare. 

 

I libri dell’autore