fbpx

Silvio Trentin

Silvio Trentinnasce a San Donà di Piave (Venezia) nel 1885. Compie i primi studi a San Donà, Treviso e Venezia laurendosi in giurisprudenza all'Università di Pisa nel 1909, dove l'anno sucessivo ottiene la libera docenza. Viene nominato ordinario di diritto amministrativo nel 1912 presso l'Università di Camerino. Durante il primo conflitto mondiale è volontario nella Croce Rossa, ma partecipa attivamente al conflitto come pilota d'aereo. Eletto deputato nel 1919, riprende l'insegnamento universitario nel 1922 presso l'Università di Macerata, come ordinario di diritto amministrativo, e poi all'Istituto Regio Ca' Foscari di Venezia, dove è docente di Istituzioni di diritto pubblico. Nel 1926 lascia l'Italia, disgustato dagli sviluppi sempre più oppressivi del regime fascista e si stabilisce nella Francia meridionale, dove entra in contatto con altri esuli italiani e assiste i volontari diretti in Spagna durante la guerra civile. Milita nella resistenza francese fino al 1943, anno in cui torna in Italia, a San Donà di Piave, per partecipare alla resistenza contro l'occupazione nazista. Viene arrestato a Padova e sucessivamente rilasciato gravemente malato. Muore a Monastier (Treviso) il 2 marzo 1944.

I libri dell’autore