Enrico Calandra

Enrico Calandra, nato a Caltanisetta nel 1877, allievo di E. Basile e G. Damiani Almeyda, si laurea in architettura a Palermo. Dal 1907 al 1914 insegna Disegno d'ornato e architettura elementare presso il biennio di Ingegneria, a Palermo e a Messina e, nel 1930, assume la cattedra di Caratteri degli edifici nella Scuola Superiore di Architettura di Roma. Pur svolgendo, in un primo periodo, un'intensa attività progettuale e concorsuale, non smette mai di coltivare gli studi storici e dedica sempre maggiori energie alla scuola, stimolando le ricerche di assitenti e giovani studiosi siciliani (C. Autore, G. Samonà, S. Bottari, S. Cardella, G. Spatrisano, G. Pensabene, F. Basile, E. Caracciolo, g. De Stefano) e romani. Muore a Roma nel 1946.