fbpx

Arthur Schnitzler

Arthur Schnitzler
(Vienna 1862-1931), figlio della borghesia ebraica viennese, descritta nella sua celebre autobiografia Giovinezza a Vienna pubblicata postuma, si laurea in medicina, interessandosi anche alla psicanalisi - famoso è il suo fuggevole incontro con Sigmund Freud -, ma dopo i primi successi teatrali si dedica alla letteratura, diventando uno dei più importanti autori della Vienna tra fine secolo e primi decenni del Novecento. Animatore dello «Jung Wien» e amico di Hugo von Hofmannsthal, Schnitzler pubblica numerosi racconti e notevoli opere drammatiche. Tra queste ultime ricordiamo Anatol, Amoretto, Girotondo, Al pappagallo verde, Il professore Bernhardi; tra gli scritti narrativi Morire, Il sottotenente Gustl, La via verso la libertà, Beate e suo figlio, Il ritorno di Casanova, La signorina Else, Doppio sogno e Fuga nelle tenebre.

I libri dell’autore