La ragazza che giocava con il fuoco

La ragazza che giocava con il fuoco

traduzione di

pp. 768, 13° ed.
978-88-317-9498-5

650 MILA COPIE VENDUTE

Il secondo volume della Millennium Trilogy.
La serie poliziesca del decennio.

«Entrate nel mondo di Stieg Larsson e non vorrete più uscirne!» Le Nouvel Observateur

Guarda il trailer svedese del film diretto da Daniel Alfredson  

Mikael Blomkvist è tornato vittorioso alla guida di Millennium, pronto a lanciare un numero speciale su un vasto traffico di prostituzione dai paesi dell’Est. L’inchiesta si preannuncia esplosiva: la denuncia riguarda un intero sistema di violenze e soprusi, e non risparmia poliziotti, giudici e politici, perfino esponenti dei servizi segreti.
Ma poco prima di andare in stampa, un triplice omicidio fa sospendere la pubblicazione, mentre si scatena una vera e propria caccia all’uomo: l’attenzione di polizia e media nazionali si concentra su Lisbeth Salander, la giovane hacker, «così impeccabilmente competente e al tempo stesso così socialmente irrecuperabile», ora principale sospettata.
Blomkvist, incurante di quanto tutti sembrano credere, dà il via a un’indagine per accertare le responsabilità di Lisbeth, «la donna che odia gli uomini che odiano le donne».
È lei la vera protagonista di questo nuovo episodio della Millennium Trilogy, un thriller serrato che all’intrigo diabolico unisce un’acuta descrizione della società moderna, con le sue contraddizioni e deviazioni, consegnandoci con Lisbeth Salander un personaggio femminile unico, commovente, assolutamente indimenticabile.

«Non esistono innocenti. Esistono solo gradi diversi di responsabilità. E qualcuno aveva delle responsabilità nei confronti di Lisbeth Salander»

«Un affresco poliziesco pieno di colpi di scena e popolato di personaggi di cui ci si innamora» LE MONDE

«Quando uno scrittore consegna un ritratto tanto complesso e affascinante come quello di Lisbeth Salander, non possiamo che provare gratitudine» GEFLE DAGBLAD

Uno strepitoso successo internazionale: 21 milioni di copie della trilogia vendute nel mondo, due milioni di copie in Italia

Diritti venduti in: UK, USA, Francia, Germania, Spagna, Spagna (catalano), Taiwan, Giappone, Brasile, Danimarca, Canada, Croazia, Repubblica ceca, Estonia, Finlandia, Grecia, Ungheria, Islanda, Israele, Italia, Corea, Lituania, Olanda, Norvegia, Portogallo, Polonia, Romania, Slovenia, Slovacchia

La televisione svedese STV e la compagnia di produzione Yellow Bird stanno lavorando a una serie televisiva tratta dai tre romanzi della Millennium Trilogy, oltre che a un film per il grande schermo ispirato a Uomini che odiano le donne.

Giornalista, fondatore di EXPO, esperto di organizzazioni di estrema destra e neonaziste, lo svedese Stieg Larsson (1954) è morto improvvisamente nel 2004, quando aveva appena concluso la sua trilogia, di cui questo è il secondo episodio. Dal primo episodio, Uomini che odiano le donne, sei edizioni, vincitore del Glass Key e del premio dell’Accademia svedese del Poliziesco, è in preparazione un film. La serie di Millennium, protagonisti Mikael Blomkvist e Lisbeth Salander, in molti paesi già trilogia di culto, ha venduto in Europa oltre cinque milioni di copie.

Autore

, giornalista, esperto mondiale di movimenti di estrema destra, fondatore di EXPO, lo svedese Stieg Larsson (1954) è morto improvvisamente nel 2004, quando aveva appena concluso la trilogia poliziesca Millennium. Uomini che odiano le donne, La ragazza che giocava con il fuoco e La regina dei castelli di carta hanno complessivamente venduto in 50 paesi ottanta milioni di copie, di cui quattro solo in Italia.