fbpx

Del Cielo e della Terra


pp.112, 1° ed.
978-88-317-9138-0



Una fantasia? una immersione in vortici della riflessione più nativa e coerente? un attingimento dell'originario che attraversa millenni nel passato e forse nel futuro? Certo «il cielo e la terra» sono l'orizzonte infinito e finito dei grandi conflitti, senza i quali nessuna esistenza si fa grande: tra l'insania e la divina follia, la simulazione e la nuda semplicità, il dissolversi degli istanti e l'eterno vivere: tra lo scrivere e il pensare... La "comunicazione" oggi dominante è impersonale e spersonalizzante: questa "fantasia" è vivente dialogo con l'Interlocutore, sintesi do igni singola persona nella sua irrepitibilità. Unità di hortus conclusus e di paradeisos.

Pier Paolo Ottonello, nato nel 1941, dal '75 è ordinario di Storia della Filosofia nell'Università di Genova. Autore di oltre seicento pubblicazioni in Italia e all'estero, nell'87 ha iniziato a ordinare e integrare i propri scritti entro un programma di trenta volumi. Presso Marsilio ne ha pubblicato: Sciacca. La rinascita dell'Occidente (1995), La barbarie civilizzata (1998), Rosmini. L'ideale e il reale (1998), Sciacca. L'anticonformismo costruttivo (2000), Scudisciate all'estetica (2000), L'uomo «equivoco» (2001), Ontologia e mistica (2002), Trattato della paura (2003), Antiaccademici e maledetti (2004), L'oscuramento dell'interiorità (2005), Saggi rosminiani (2005). Dirige, oltre  a diverse collane filosofiche, i periodici internazionali «Filosofia Oggi», «Rivista Rosminiana», «Studi Schiaccianti» e «Studi Europei». Presiede L'Arcipelago, Società intrenazionale per l'Unità delle Scienze, fondata nel '90 insieme con Maria Adelaide Raschini. Marsilio ha pubbliocato anche il volume Strade maestre (2005) in suo omaggio per il 30° di cattedra universitaria.

Autore

Pier Paolo Ottonello, nato nel 1941, dal 1966 è in ruolo - dal 1975 come ordinario di Storia della Filosofia, ora emerito - nell’Università di Genova; è autore di circa novecento pubblicazioni. Ha raccolto in volumi di “Scritti”, presso Marsilio: Sciacca. La rinascita dell’Occidente, 19953; La barbarie civilizzata, 1998; Rosmini. L’ideale e il reale, 1998; Sciacca. L’anticonformismo costruttivo, 2000; Scudisciate all’estetica, 2000; L’uomo «equivoco», 20012; Ontologia e mistica, 2002; Trattato della Paura, 2003; Antiaccademici e maledetti, 2004; L’oscuramento dell’interiorità, 2005; Saggi rosminiani, 2005; Del Cielo e della Terra, 20062; Confessioni di un conformista, 2007; Sciacca. Interiorità e metafisica, 2007; Elogio dell’ipocrisia, 2009; L’enciclopedia di Rosmini, 2009; Rosmini «inattuale», 2010; Sondaggi nella contemporaneità, 2012; L’ontologia di Rosmini, 2013; Ideario filosofico, 2013; Il nichilismo europeo, in tre volumi, 2015; Prospettive rosminiane, 2016; Il transumano, 2016; Vigilie, 2016. Dirige diverse Collane di volumi e dal 1975 la «Rivista Rosminiana» (alla sua 110a annata), dopo avere cofondato e codiretto con Maria Adelaide Raschini - i cui Scritti ha raccolto presso Marsilio in 22 volumi - i periodici internazionali «Filosofia Oggi» (1978-2012), «Studi Europei» (1993-2006) e «Studi Sciacchiani» (1985-2009), nonché la Società Internazionale per l’Unità delle Scienze L’Arcipelago, fondata nel 1990; presiede la «Fondazione M.F. Sciacca», che ha costituito nel 2007, e ne dirige le pubblicazioni e i convegni. Sulla sua opera Marsilio ha pubblicato i volumi Strade maestre (2005) e Verso la scienza integrale (2014).
Un suo profilo si trova nel vol. XIV della Storia della filosofia a cura di Reale e Antiseri (Bompiani 2008), ora incluso nel volume a cura di P. Suozzo Bibliografia degli scritti di P.P. Ottonello (Olschki 2011).