Gli Ismailiti

Storia di una comunità musulmana

pp. 312, 1° ed.
978-88-317-0679-7
Gli Ismailiti sono oggi presenti come minoranza religiosa musulmana in più di venticinque paesi. Nonostante le loro origini risalgano al periodo fondativo dell'Islam, la loro storia è ancora per molti aspetti avvolta nella leggenda, anche a causa delle interpretazioni distorte che ne sono state date sia all'interno della comunità musulmana sia in Occidente. Dalla filosofia al diritto, dall'arte alla storiografia e alla letteratura, gli Ismailiti hanno contribuito in maniera decisiva alla formazione della civiltà islamica e parte di questa grandiosa eredità culturale è stata assorbita dalla Sicilia. Farhad Daftary, tra i maggiori esperti mondiali di ismailismo, propone un quadro storico che lascia ampio spazio agli aspetti religiosi e dottrinali e al pensiero filosofico, concentrandosi in particolare sulle diverse tradizioni e istituzioni intellettuali elaborate dagli Ismailiti e sulle risposte alle sfide e alle circostanze avverse che essi hanno spesso incontrato nel corso della storia. Partendo da un esame critico delle fonti storiografiche, il libro copre il periodo compreso tra la metà dell'viii secolo e i giorni nostri, rivelandosi uno strumento indispensabile non soltanto per esperti e studiosi, ma per quanti desiderano conoscere la storia di questa importante comunità musulmana.

Autore

è co-direttore del Dipartimento per la Ricerca Accademica e le Pubblicazioni dell'Istituto di Studi Ismailiti di Londra. È Consulting Editor dell'Encyclopaedia Iranica e co-curatore dell'Encyclopaedia Islamica. Una vera e propria autorità nell'ambito degli studi ismailiti, ha scritto e curato su questo argomento 12 libri e più di 150 articoli, tradotti in arabo, persiano, turco, urdu e in molte lingue europee.