Il porto degli spiriti

Il porto degli spiriti

traduzione di

pp. 496, 1° ed.
978-88-317-0568-4
Una appassionante e commovente storia di fantasmi dall’autore di Lasciami entrare
 
In una bellissima giornata d'inverno, dall'alto del faro di Gåvasten, Anders ammira con la moglie e la figlioletta Maja la distesa di ghiaccio e neve ai loro piedi. Attirata da qualcosa che nessuno è in grado di distinguere, la bambina corre fuori, e l'incubo comincia. Maja sparisce: non ci sono impronte né tracce di alcun genere, non c'è nulla per chilometri intorno che possa offrire un nascondiglio. Qualche anno dopo, solo e disperato, Anders torna all'isola, e qui Maja (ma è davvero lei?), gli fa sapere di essere ancora nel suo mondo, ma in un posto dove lui non può raggiungerla. Nella sua ricerca senza sosta, esplorando il passato segreto di Domarö, Anders arriverà fino al cuore misterioso del mare: per trovare la persona che ama dovrà attraversare l'abisso.
 
Il porto degli spiriti è stato annunciato come il prossimo progetto cinematografico comune di John Ajvide Lindqvist e Tomas Alfredson dopo la pluripremiata versione per il grande schermo di Lasciami entrare
 
Hanno scritto dei romanzi di Lindqvist:
 
«Il merito di Lindqvist non è soltanto quello di aver portato agli onori delle classifiche l’horror svedese. Soprattutto, Lindqvist ha restituito dignità, valore simbolico e potenza mitica alla figura stessa del vampiro» Loredana Lipperini, la Repubblica
 
«Lasciami entrare, avvolgendo il tutto in un’atmosfera sospesa e spietata riesce a dire cose difficili e vere, a restituire l’adolescenza in tutta la sua complessità» L’Unità
 
«Una originalissima figura di vampiro, al tempo stesso commovente e terrificante. Non perdetevelo» The Times, UK
 
«È facile paragonare Lindqvist a Clive Barker o Neil Gaiman. Quando si arriva a leggere l’ultima pagina, rimane quella meravigliosa vibrazione che si prova solo con una nuova storia d’amore o con un libro davvero grande» Dagens Næringsliv, Norvegia
 
«Lasciami entrare è una delle storie più da brivido e più immaginifiche degli ultimi decenni… la sua forza narrativa rimanda a Stephen King» Sunday Herald-Sun, Australia

Considerato tra i maggiori talenti della scena letteraria svedese, John Ajvide Lindqvist (1968) è cresciuto nel quartiere di Blackeberg, nella periferia di Stoccolma. Ha fatto il prestigiatore e il comico, è autore televisivo e di testi teatrali. Di Lindqvist, che nel 2008 ha ricevuto il Premio Selma-Lagerlöf, Marsilio ha pubblicato Lasciami entrare, bestseller in Svezia e successo internazionale, da cui è stato tratto un film di culto con la regia di Tomas Alfredson - e nell’autunno 2010 vedrà la luce un remake in lingua inglese diretto da Matt Reeves - e L’estate dei morti viventi, da cui pure sarà tratto un film.
 

Autore

Considerato tra i maggiori talenti della scena letteraria svedese, è cresciuto nel quartiere di Blackeberg, alla periferia di Stoccolma. Dopo aver fatto il mago e il comico, si è dedicato alla scrittura. Ha ricevuto il premio Selma Lagerlöf per aver saputo «unire a un magistrale ingegno narrativo il senso per le grandi forze dell’orrore e dell’immaginazione». Tra i suoi romanzi, tradotti in oltre trenta paesi, Marsilio ha pubblicato anche Lasciami entrare, bestseller internazionale, da cui sono stati tratti un film con la regia di Tomas Alfredson – distribuito in cinquanta paesi e premiato con sedici riconoscimenti, tra cui il Nordic Film Prize e il Best Narrative Feature al Tribeca Film Festival – e il remake hollywoodiano di Matt Reeves. L’altro posto, finalista al prestigioso premio letterario August Prize, è il sequel indipendente di Musica dalla spiaggia del paradiso (Marsilio 2015)