Per una critica della museografia del Novecento in Italia

Il "saper mostrare" di Carlo Scarpa

pp. 232 con 71 ill a col e 90 b/n, 1° ed.
978-88-317-9647-7

“L’idea di raccogliere in un volume i miei scritti di argomento museografico, testimoni di incursioni in un territorio apparentemente distante dalle linee direttrici delle mie ricerche e dalle mie curiosità meno accademiche, non è mia: ne sono debitrice agli studiosi e allievi che da tempo hanno cercato di vincere le mie resistenze, fino a trovare due alleati determinati e generosi in Paola Marini e Guido Beltramini, capaci di risolvere ogni difficoltà nel nome di Carlo Scarpa. Mio, viceversa, è il progetto di questo libro, che ha preso forma da un percorso à rebours nel mio lavoro e nella storia culturale dell’ultimo trentennio, per provare a ripensare non tanto le occasioni, quanto le ragioni profonde, gli stimoli intellettuali di cui questi scritti mi sembrano oggi intessuti. All’origine del mio interesse per il tema e la sua difficile, provocante complessità è un incontro: nel 1972, a Milano, proprio con il grande e imprevedibile architetto veneziano, impegnato a progettare sotto i miei occhi nello spazio breve di una
notte, planimetrie e sequenza fotografica alla mano, l’allestimento di una mostra retrospettiva dedicata all’opera pittorica di Tancredi”.
MARISA DALAI EMILIANI

COMITATO PARITETICO DI STUDIO PER LA CONOSCENZA E LA PROMOZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE LEGATO A CARLO SCARPA E ALLA SUA PRESENZA NEL VENETO

Studi su Carlo Scarpa

collana a cura del
Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio

I. ORIETTA LANZARINI
Carlo Scarpa. L’architetto e le arti.
Gli anni della Biennale di Venezia 1948-1972

2. Carlo Scarpa nella fotografia
Racconti di architetture 1950-2004

a cura di Guido Beltramini e Italo Zannier

3. Studi su Carlo Scarpa 2000-2002
a cura di Kurt W. Forster e Paola Marini

4. VITALE ZANCHETTIN
Carlo Scarpa. Il complesso monumentale Brion

5. Carlo Scarpa. Atlante delle architetture
a cura di Guido Beltramini e Italo Zannier
fotografie di Gianantonio Battistella e Václav Sˇedy´

6. Carlo Scarpa. Struttura e forme
a cura di Wolf Tegethoff e Vitale Zanchettin

7. MARISA DALAI EMILIANI
Per una critica della museografia del Novecento

Marisa Dalai Emiliani, è dal 1992 docente di Storia dell’arte moderna e di Museologia nell’università “La Sapienza” di Roma, dopo avere insegnato Storia della critica d’arte nelle sedi di Milano, Napoli, Genova. I suoi interessi di ricerca vertono sulle relazioni tra arte e scienza nel Rinascimento e in particolare sulla storia della prospettiva. Oltre agli studi sui conoscitori dell’Ottocento, ha dedicato contributi critici alla produzione figurativa italiana tra xix e xx secolo (Tancredi:i dipinti e gli scritti, Torino 1996, 2 voll ). È presidente dell’Edizione Nazionale dei trattati di Piero della Francesca (Libellus de quinque corporibus regularibus, 3 voll., Firenze 1995, in collab.)

Autore

è dal 1992 docente di Storia dell’arte moderna e di Museologia nell’università “La Sapienza” di Roma, dopo avere insegnato Storia della critica d’arte nelle sedi di Milano, Napoli, Genova. I suoi interessi di ricerca vertono sulle relazioni tra arte e scienza nel Rinascimento e in particolare sulla storia della prospettiva. Oltre agli studi sui conoscitori dell’Ottocento, ha dedicato contributi critici alla produzione figurativa italiana tra xix e xx secolo (Tancredi:i dipinti e gli scritti, Torino 1996, 2 voll ). È presidente dell’Edizione Nazionale dei trattati di Piero della Francesca (Libellus de quinque corporibus regularibus, 3 voll., Firenze 1995, in collab.)