Simonetta

La prima donna della moda italiana
1° ed.
978-88-317-9398-8
All'indomani del secondo conflitto mondiale la scena sartoriale romana si anima di nuove figure di creatori: siamo agli albori di quel processo di consapevolezza, divulgazione e trasformazione del vestire italiano che determinerà il successo del "made in Italy" nel mondo, dagli anni sessanta ai nostri giorni. A Simonetta Colonna di Cesarò, aristocratica protagonista di questo rinnovamento, è dedicato il presente volume. I contributi critici mettono a fuoco sinergicamente la figura, lo stile, il mondo culturale della couturière, evidenziandone le molteplici sfaccettature.
Se Maria Luisa Frisa interpreta Simonetta nelle vesti di musa ispiratrice del design di moda contemporaneo, Judith Clark ne analizza la fisionomia nella lingua teatralizzata dello spazio espositivo. Vittoria Caterina Caratozzolo sottolinea come la "moda-creazione" di Simonetta testimoni, sullo sfondo di un sempre più ineluttabile processo di standardizzazione dell'apparenza, il persistere dell'istanza di singolarità un tempo esclusivo appannaggio del dandy.

Autori

is an independent exhibition-maker and Reader in the field of Fashion and Museology at London College of Fashion. She opened the first experimental gallery of dress in London in 1997, Judith Clark Costume where she curated 21 exhibitions. Clark has curated major exhibitions at the V&A in London, ModeMuseum in Antwerp, Palazzo Pitti in Florence and Boijmans Van Beuningen in Rotterdam and was recently commissioned by Artangel (together with psychoanalyst Adam Phillips) to create 11 installations in Blythe House. Current projects include designing a handbag museum (1590 - present) in Seoul South Korea (due to open July 2012).
critico e fashion curator, è direttore del Corso di laurea in Design della moda e Arti multimediali all’Università Iuav di Venezia. È presidente di MISA Associazione Italiana degli Studi di Moda. Ha curato mostre (e rispettivi libri) come: (con Francesco Bonami e Stefano Tonchi) Uniforme. Ordine e disordine (Firenze_New York, 2001); (con Stefano Tonchi) Excess. Moda e underground negli anni ’80 (Firenze, 2004); Lo Sguardo Italiano. La fotografia italiana di moda dal 1951 a oggi (Milano, 2005); (con Francesco Bonami e Stefano Tonchi) Human game. Vincitori e vinti (Firenze, 2006); per la mostra Contromoda. La moda contemporanea della collezione permanente del Los Angeles County Museum of Art ha curato la parte italiana (Firenze, 2007); (con Judith Clark e Vittoria Caratozzolo) Simonetta. La prima donna della moda italiana (Firenze, 2008); Pasquale De Antonis. La fotografia di moda 1946-1968 (Roma, 2008); Lei e le altre. Moda e stili nelle riviste RCS dal 1930 a oggi (Milano, 2011); per la mostra Ermenegildo Zegna. Dalla fabbrica dei tessuti alla fabbrica dello stile, ha curato la sezione Stile (Milano, 2010_Pechino 2011); (con Judith Clark) Diana Vreeland After Diana Vreeland (Venezia, 2012); Lucy+Jorge Orta: Fabulae Romanae (Roma, 2012). Tra i libri curati si ricordano: (con Mario Lupano e Stefano Tonchi) Total Living (Charta, 2002); il catalogo de la 50a Biennale di Venezia Sogni e Conflitti. La dittatura dello spettatore (Marsilio, 2003); Raf Simons Redux (Charta, 2005); Gianfranco Ferré. Lezioni di moda (Marsilio, 2009). Tra le pubblicazioni più recenti: (con Stefano Tonchi) Walter Albini e il suo tempo. L’immaginazione al potere (Marsilio, 2010); Una nuova moda italiana (Marsilio, 2011); (con Marco Ricchetti) Il bello e il buono. Le ragioni della moda sostenibile (Marsilio, 2011); Diana Vreeland After Diana Vreeland (Marsilio, 2012). È direttore per Marsilio Editori della Collana Mode dedicata alle idee e alle figure della moda.
insegna all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza" e presso il Corso di laurea in Design della moda all'Università Iuav di Venezia. E' autrice, assieme a Paola Colaiacomo, di : La Londra dei Beatles (1996), Cartamodello. Antologia di scrittori e scritture sulla moda (2000) e co-autrice di Mercanti di stile. Le culture della moda dagli anni '20 a oggi (2002). Per la collana Mode ha pubblicato Irene Brin. Lo stile italiano nella moda (2006), Simonetta. La prima donna della moda italiana (2008).