Luigi Comencini

a cura di
1° ed.
978-88-317-9264-6
Questo libro intende dare a Comencini il posto che merita
nella storia del cinema italiano del dopoguerra

Questo volume intende risarcire Luigi Comencini di un debito che la critica ha nei suoi confronti: quello di aver esitato a individuarne la personalità autoriale, di averlo confuso con colleghi coevi – in debito di riconoscimento anch’essi – sotto etichette generiche (quella dell’“eclettismo” per esempio) quando non fuorvianti.
A Comencini è capitato in particolare con i generici accostamenti alla commedia all’italiana e alla “specializzazione” dei film con bambini. Ma il suo cinema è ben altrimenti ricco. Se è vero che il suo essere autore comporta anche un confrontarsi col cinema popolare, più che specificamente con i suoi generi, se è vero che non sempre è all’altezza di se stesso (da artigiano, quale si rappresenta, è disposto ad accettare commissioni che non gli si addicono), è più spesso vero che la sua personalità si esprime nella maggior parte dei suoi film al di là dei generi, al di là dei condizionamenti produttivi: e a volte in maniera segreta, altre in maniera sorprendente (come nel suo documentarismo televisivo).
Questo libro, affidato a fresche riletture di aspetti della sua opera o di singoli film, intende dare a Comencini il posto che merita nella storia del cinema italiano del dopoguerra.

Saggi e schede di Alberto Anile, Sergio Bassetti, Francesco Bono, David Bruni, Laura Buffoni, Stefania Carpiceci, Mariapia Comand, Antonio Costa, Flavio De Bernardinis, Luciano De Giusti, Bruno Di Marino, Alessandro Faccioli, Goffredo Fofi, Bruno Fornara, Fabio Francione, Silvio Grasselli, Sergio Grmek Germani, Sara Leggi, Dario Marchiori, Andrea Martini, Tullio Masoni, Roy Menarini, Paolo Mereghetti, Emiliano Morreale, Fabrizio Natalini, Stefania Parigi, Alberto Pezzotta, Patrizia Pistagnesi, Federico Rossin, Alberto Scandola, Piero Spila, Marco Vanelli, Vito Zagarrio.

Adriano Aprà insegna cinema a Roma 2 Tor Vergata. Direttore editoriale della Storia del Cinema Italiano (Marsilio/ Centro sperimentale di cinematografia), recentemente ha pubblicato la nuova edizione di R. Rossellini, Il mio metodo. Scritti e interviste, Marsilio 2006.