Padri, padrini, patroni

La parentela spirituale nella storia
1° ed.
978-88-317-9174-8
Alla vigilia del Concilio di Trento (1545-1563) non era inconsueto che decine di padrini e madrine si affollassero attorno al fonte battesimale, rispondendo al desiderio dei genitori di estendere e diversificare il più possibile la rete di relazioni fondata sulla parentela spirituale originata dal battesimo, formalmente riconosciuta dalla Chiesa e portatrice di divieti matrimoniali.
Il padrinato consentiva di perseguire strategie sociali complesse, caratterizzate da un grado di libertà molto maggiore rispetto a quelle fondate sui legami di sangue o sull’alleanza matrimoniale: da qui la grande popolarità dell’istituzione nelle società europee durante il Medioevo e l’Età Moderna.
La riforma del padrinato imposta dal Concilio di Trento ridusse drasticamente il numero dei padrini e delle madrine, causando una profonda crisi e imponendo il riassetto delle reti di relazioni. A partire da tale momento di rottura è possibile gettare nuova luce sul ruolo centrale del padrinato e del comparatico come strumenti d’integrazione sociale, economica e culturale nella storia dell’Europa cristiana, dalle origini ai giorni nostri.

Guido Alfani (1976) insegna storia economica all’Università Bocconi di Milano. Svolge attività di ricerca nei campi della storia economica e sociale e della demografia storica, interessandosi ai sistemi di alleanza sociale, alla concentrazione e distribuzione della ricchezza e al ciclo economico italiano durante l’Età Moderna.


Autore

insegna Storia economica e Demografia all’Università Bocconi di Milano. È membro del Centro Dondena per lo studio delle dinamiche sociali e Honorary Research Fellow della University of Glasgow. Fa parte del comitato editoriale delle riviste «Genus» e «Popolazione e storia». Svolge attività di ricerca nei campi della storia economica e sociale e della demografia storica, interessandosi alla concentrazione e distribuzione della ricchezza, alla disuguaglianza economica, ai sistemi di alleanza sociale e al padrinato, alle crisi demografiche (epidemie e carestie) e al trend economico italiano tra il tardo Medioevo e l’Età Moderna. Per Marsilio ha pubblicato Padri, padrini, patroni. La parentela spirituale nella storia (2007) e ha curato, assieme a Michela Barbot, il volume Ricchezza, valore, proprietà in età preindustriale. 1400-1850 (2009).