Wunderkammer

Il Novecento di Comisso e Parise
978-88-317-8681-2

Gli stretti rapporti tra scrittura e arti figurative in due protagonisti del Novecento italiano

Il volume intende guardare alla narrativa di Giovanni Comisso e Goffredo Parise tramite un registro interpretativo che ne ponga in risalto le valenze più attente all’ambito visivo-immaginativo, dove le scelte sia stilistiche che tematiche additano un percorso in una particolare chiave allegorica, molto attenta al versante figurativo. Ciò che spicca in filigrana è un fitto misurarsi con alcuni luoghi e spazi della modernità capace di prospettare un'innovativa lettura del secondo Novecento letterario italiano.

Ilaria Crotti insegna critica e teoria letteraria presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. Si interessa di letteratura italiana moderna e contemporanea sia in prospettiva teorico-metodologica che ermeneutica. Tra i suoi contributi, saggi dedicati al teatro di Carlo Goldoni, al giornalismo del XVIII secolo, alla narrativa di età moderna.

 

Autore

è docente di Letteratura italiana moderna e contemporanea presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. Si è occupata di narrativa, giornalismo e teatro dei secoli xviii, xix e xx sia in prospettiva teorica e metodologica che interpretativa.
Per Marsilio ha curato l’edizione di Carlo Goldoni, Pamela fanciulla. Pamela maritata (1995) e pubblicato i volumi Libro, Mondo, Teatro. Saggi goldoniani (2000), Wunderkammern. Il Novecento di Comisso e Parise (2005).