Tristano

a cura di
2° ed.
978-88-317-7191-7

Nella morbida atmosfera di un sanatorio, microcosmo del futuro universo della Montagna incantata, due coppie di personaggi traducono il conflitto arte-vita in una sfida radicale e tragica. Un racconto del 1909 che anticipa i temi dei grandi romanzi di Thomas Mann.

Autore

nasce nel 1875 a Lubecca da una famiglia di agiati commercianti. Nel 1894, dopo la morte del padre e la liquidazione della ditta di famiglia, si trasferisce a Monaco di Baviera. Si fa notare come autore pubblicando alcuni racconti e nel 1897, durante un soggiorno in Italia, inizia a scrivere I Buddenbrook, il grande romanzo familiare per cui verrà insignito, nel 1929, del premio Nobel. A questo primo capolavoro segue una straordinaria serie di narrazioni a cui Thomas Mann deve oggi la fama di maggior scrittore tedesco del Novecento: tra queste, oltre a La morte a Venezia, i racconti Tristano (1902), Tonio Kröger (1903), Disordine e dolore precoce (1925), Mario e il mago (1930) e La legge (1943) e i romanzi La montagna incantata (1924), Giuseppe e i suoi fratelli (1933-1943), Doctor Faustus (1947), L’eletto (1951) e Confessioni del cavaliere d’industria Felix Krull (1954).