fbpx

Marmo 4.0

Sperimentazioni nel design litico / Experiments in lithic design

pp. 224 con 118 ill. a col. e 99 bn, 1° ed.
978-88-317-2878-2

Il marmo del futuro osservato con gli occhi di un designer visionario che ama sperimentare le tecnologie digitali sulla materia più antica lavorata dall'uomo.
 

Il volume, redatto in forma bilingue (italiano e inglese), illustra una serie di opere sperimentali in marmo realizzate con le più evolute macchine a controllo numerico dal designer Raffaello Galiotto, curatore delle esposizioni di Marmomac per Veronafiere, . Nella creazione di queste opere, avvenuta grazie alla collaborazione con diverse aziende della filiera, Galiotto mostra un approccio inedito alla materia litica e ai tradizionali procedimenti, attualizzando un materiale di antichissimo utilizzo come il marmo con lavorazioni precise e in serie che comunque lasciano l’uomo al centro del processo ideativo e produttivo.

Nel saggio di apertura, Marmo e tecnologia. Design, strumenti e opportunità, Galiotto sottolinea come macchine di nuova generazione siano in grado di rispettare ed esaltare le caratteristiche intrinseche del marmo, fornendo nuovo slancio al comparto produttivo e consentendo al materiale lapideo di approdare al design. Seguono i testi di Vincenzo Pavan, Pietra, la rivoluzione robotica, e Veronica Dal Buono, Codice, forma, pietra. Programmare il design litico, ai quali è affidata l’analisi critica delle sperimentazioni presentate nel volume e dei risvolti concettuali del “parametricismo”, metodo che salda la fase ideativa a quella produttiva.

Nella seconda e ultima parte del catalogo trova spazio un’ampia sezione fotografica che presenta le diverse sperimentazioni, ognuna accompagnata da una descrizione accurata dei processi di lavorazione e una scheda tecnica.

Autore

, dopo aver frequentato l'Accademia di Belle Arti a Venezia, nel 1993 fonda il proprio studio di design a Chiampo, Vicenza. All'attività di progettazione di prodotto, unisce l'interesse per la ricerca, i materiali, i processi produttivi e la tecnologia, in particolare nel settore del marmo. Dal 2014 è curatore delle mostre di Marmomac per Veronafiere. È docente di design all'Università degli Studi di Ferrara.