Silenzio elettorale

Silenzio elettorale

traduzione di

pp. 368, 1° ed.
978-88-317-2698-6

All’alba di un bel giorno di primavera, Igor Kožul percorre la riva della Drava in bicicletta, contemplando l’acqua color dell’argento che scorre lenta e pigra ai piedi della città di Osijek, ancora addormentata. Il silenzio e la natura che lo circondano smorzano l’angoscia dei ricordi di guerra che sembrano non volerlo lasciare, ma quando il suo sguardo cade sul corpo senza vita di una ragazzina, abbandonato lungo la riva, l’incanto si spezza brutalmente, facendolo riprecipitare nei suoi incubi. Le indagini sulla morte sospetta della ragazza dall’identità sconosciuta sono affidate all’ispettore Vladimir Kovač che, al contrario dei suoi colleghi, non è affatto convinto che si tratti di un suicidio. Con una vita privata piuttosto ingarbugliata e un divorzio imminente, Kovač,non è dell’umore migliore per dedicarsi con lucidità a un caso che tutti danno per risolto e già archiviato, ma l’incontro con Stribor Kralj, giovane giornalista dall’innata passione per la giustizia, gli apre nuove prospettive, convincendolo a fidarsi del suo istinto. Nonostante le pressioni dall’alto vadano per entrambi in tutt’altra direzione, nei giorni incandescenti che precedono le elezioni, Kovače Kralj individuano una pista che porta direttamente agli ambienti più in vista della società cittadina, in particolare alla cerchia del candidato che tutti i sondaggi danno per favorito.
In una caccia al colpevole che alla ricerca della verità mescola la critica sociale, puntando il dito su un sistema politico irrimediabilmente corrotto, il giornalista e il poliziotto, insieme, potrebbero riaprire una campagna elettorale il cui finale sembrava già scritto.
 

«Silenzio elettorale è un libro molto croato, nel quale si riconoscono perfettamente la mentalità locale e i meccanismi sociali e culturali, che sono descritti attraverso un'indagine convincente, con dettagli credibili e personaggi molto vicini alla realtà»
JUTARNJI LIST

Autore

 (Osijek 1950) è un giornalista investigativo croato. È stato corrispondente di guerra negli anni del conflitto nella ex Jugoslavia, collaborando con diverse testate internazionali tra cui il Guardian e il Time e ottenendo il Knight International Journalism Award, il  CEI-SEEMO Investigative Journalism Award, l’Erhard Busek Award e il Croatian Journalists’ Association Lifetime Achievement Award.  È autore di sette libri, tra cui saggi, reportage e raccolte di racconti, e di tre sceneggiature. Silenzio elettorale è il suo primo romanzo.