Il tempo dell'inquietudine

Il tempo dell'inquietudine

traduzione di

pp. 486, 1° ed.
978-88-317-2473-9

Axel Steen, ispettore della sezione omicidi noto tra colleghi e criminali per la sua durezza e il carattere inquieto, vive a Nørrebro, il quartiere alternativo e multiculturale di Copenaghen, un posto dove artisti e spacciatori sono di casa e l’odore della benzina si mescola al profumo della cannella e del cumino. È da lì che, nel marzo del 2007, parte una delle rivolte di piazza più devastanti della storia danese moderna. Dopo lo sgombero del centro sociale Ungdomshuset, punto di raccolta per attivisti militanti e autonomi, violenti disordini infi ammano l’intera città. Ma la tensione, già insostenibile, è destinata a salire quando nel cimitero di Assistens, il cuore verde di Nørrebro, viene ritrovato il corpo di un uomo: è stato picchiato e ucciso, e tutto fa pensare che la polizia sia coinvolta nell’omicidio. Mentre la stampa soffi a sul fuoco, Axel cerca di far luce su un caso dalle mille piste, che sembra stare molto a cuore ai servizi segreti e che i suoi capi vogliono coprire. L’agitazione che scuote le strade avvolte dalla nebbia di roghi e lacrimogeni diventa così lo specchio dell’inquietudine di un poliziotto di trentotto anni, divorziato con una fi glia, che fuma hashish per combattere l’insonnia e deve fare i conti ogni giorno con la sua folle paura di morire. Un poliziotto che, più di ogni altra cosa, vuole giustizia.

 

Autore

(1965) vive a Copenaghen. Giornalista d’inchiesta per molti anni, è oggi critico letterario e dal 2006 membro dell’Accademia danese del poliziesco. Dopo Il tempo dell’inquietudine, acclamato all’uscita come miglior esordio dell’anno e vincitore del Dan Turèll Medallion, Bye Bye Blackbird è il secondo romanzo della serie di Axel Steen, tradotta in dieci lingue e premiata con il Golden Laurel, il più prestigioso premio letterario di Danimarca.