Il fatale talento del signor Rong

Il fatale talento del signor Rong

traduzione di

pp. 414, 1° ed.
978-88-317-2451-7
Tutto cominciò con Nonna Rong. Perché apprendesse l’arte dell’interpretazione dei sogni, la vecchia matriarca spedì il nipote all’estero, non prevedendo che, una volta lontano, a una materia tanto esoterica il giovane Zilai avrebbe preferito i corsi di aritmetica e geometria. E così, da una dinastia di mercanti di sale, i Rong si trasformarono in una moderna famiglia di matematici. Passata qualche generazione, Rong Jinzhen - il bambino dalla testa enorme - dimostrerà una capacità di capire l’universo dei numeri assolutamente fuori dell’ordinario. Troppo geniale per passare inosservato, Jinzhen viene obbligato ad abbandonare la carriera accademica quando, in un giorno di pioggia, un uomo storpio lo porta via con sé per reclutarlo nella sezione crittografi a della misteriosa Unità 701. Diventerà il maggiore crittoanalista che i servizi segreti cinesi abbiano mai conosciuto, ma dovrà anche affrontare una serie di dolorosi tradimenti, intrappolato in un sistema che lo obbliga a sfide sempre più disumane, costringendolo in una prigione di segreti e solitudine. Da uno dei più popolari scrittori della Cina contemporanea, una spy story permeata delle atmosfere magiche della tradizione cinese, ricca di mistero e tensione, capace di mescolare i generi e di fondere la storia con la leggenda.

Autore

(1964) ha lavorato con i servizi segreti del suo paese e dagli anni di reclutamento ha attinto ispirazione per gran parte dei personaggi dei suoi romanzi. Il fatale talento del signor Rong, vincitore del più alto riconoscimento letterario in Cina - il premio Mao Dun - ha richiesto dieci anni di lavoro e, dopo diciassette edizioni e cinque milioni di copie vendute in patria, verrà pubblicato in venti paesi. Dal romanzo è in preparazione un fi lm prodotto da 20th Century Fox. Mai Jia vive non lontano da Hangzhou ed è il presidente dell’Associazione degli scrittori cinesi.