Filosofia della Massoneria e della tradizione iniziatica

Filosofia della Massoneria e della tradizione iniziatica


pp. 240, 1° ed.
978-88-317-2314-5
Esiste una filosofia della Massoneria? Esiste un'antropologia massonica? In quali fonti storiche, in quali documenti tale concezione ha trovato una sua codificazione? Qual è il compito della Massoneria nel mondo in cui viviamo? L'uomo e la società, sotto l'impulso della scienza, stanno rapidamente cambiando, ma non tutti i cambiamenti sono orientati verso il bene. Contro tali possibili deviazioni, la Massoneria deve vigilare ed esercitare l'autorità morale che le è propria. Ma per fare ciò deve aver chiaro il modello di perfezionamento dell'uomo che può venire soltanto dalla sua antropologia. Solo così la Massoneria svolgerà la sua reale funzione: il perfezionamento materiale e morale dell'uomo.

Autore

, già professore di filosofia della scienza, è membro del Consiglio scientifico dell'Académie internationale de philosophie des sciences. È stato Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia (dal 1990 al 1993) e fondatore e Gran Maestro della Gran Loggia Regolare d'Italia (dal 1993 al 2002). È presidente dell'Accademia Internazionale degli Illuminati, da lui fondata nel 2002. Con Marsilio ha pubblicato La conoscenza umana. Dalla fisica alla sociologia alla religione (2010).