Il PIL per la storia d'Italia

Istruzioni per l'uso
prefazioni di ,

pp. 248, 1° ed.
978-88-317-1898-1
Il volume presenta i risultati di un progetto frutto della collaborazione della Banca d’Italia con l’Istituto Nazionale di Statistica (Istat), volto a ricostruire i dati storici del PIL, i valori aggiunti settoriali e le principali componenti della domanda. Il PIL è una grandezza centrale per lo studio della storia economica che però richiede di essere maneggiata con molta cura e, come invitava a fare Giorgio Fuà, con «sano relativismo», per le aporie concettuali cui essa può condurre soprattutto sui periodi lunghi della storia. Il volume approfondisce il significato teorico e statistico del concetto di PIL a prezzi costanti quale misura reale della crescita, ed evidenzia le difficoltà interpretative cui tale concetto può condurre. Questo lavoro costituisce una vera e propria guida operativa all’utilizzo consapevole dei nuovi dati di contabilità nazionale. Una appendice statistica, in fondo al volume, fotografa il dataset al momento della pubblicazione.

Autore

è responsabile dell’Archivio storico della Banca d’Italia. Si è occupato di analisi della congiuntura. È autore di saggi di storia economica quantitativa e ha pubblicato studi sulla storia della statistica e del pensiero economico nell’Italia liberale e fascista.