Il grande imbroglio 3

Il colpo finale

pp. 256, 1° ed.
978-88-317-1886-8

Dall’estate/autunno del 2011 a oggi, i tre anni che hanno sconvolto l’Italia narrati giorno per giorno con lucidità, preveggenza, amarezza, orgoglio. In questo terzo volume alla ricerca della verità, Renato
Brunetta descrive una serie continua di colpi di Stato finanziari e politici premeditati con metodica freddezza al fine di ottenere un solo scopo: mettere le mani sulla ricchezza degli italiani. Per riuscirci era necessario
- sostiene Brunetta - far fuori Berlusconi, la bestia nera delle cancellerie europee e dei poteri forti e marci di casa nostra. La verità è ormai venuta a galla e l’imbroglio è stato finalmente svelato.

Autore

(Venezia 1950), professore ordinario di Economia del Lavoro presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è stato Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione del IV Governo Berlusconi. Editorialista del «Sole 24 Ore» e del «Giornale», è autore di numerose pubblicazioni scientifiche in materia di economia del lavoro e relazioni industriali e di volumi di divulgazione di grande successo.
Tra i suoi libri più recenti: Rivoluzione in corso. Il dovere di cambiare dalla parte dei cittadini (Mondadori) e Sud. Un sogno possibile (Donzelli), entrambi del 2009; L’occasione della crisi (Rubbettino 2011). Oltre alla prima edizione de Il grande imbroglio. Cronaca di un anno difficile (2011-2012), due edizioni nel 2012, per Marsilio sono usciti: La fine della società dei salariati (1994), Quindici più dieci. Il difficile cammino dell’integrazione europea (con Antonio Preto, 2004) e, nel 2011, La mia politica. Riforme e sviluppo (2008-2011).