Il nodo di Tyrone


pp. 288, 1° ed.
978-88-317-1800-4

I ricchi e nobili proprietari di un'antica villa, affidano l'immenso parco che la circonda alle cure di un affascinante quanto scontroso e misterioso giardiniere, che trascorre il tempo libero leggendo e ascoltando Bach. Il cuore del parco nasconde molti segreti: un albero monumentale, sculture che raffigurano scene di rapimenti, un giardino nascosto, sentieri in pietra che disegnano nodi celtici, un sepolcro... Mentre il giardiniere e l'anziana proprietaria, una donna colta e spiritosa, tentano di decifrare il significato di quelle strane presenze, la figlia di quest'ultima, Adelaide, direttrice di un giornale economico - e tornata a casa dei suoi per una vacanza insieme a suo figlio, il piccolo Roberto - va alla ricerca del diario segreto di un'antenata, una prozia, in cui forse c'è la chiave per risolvere i misteri della villa. Robertino, col passare dei giorni, entra in confidenza con lo scostante giardiniere, riuscendo a scioglierne l'apparente durezza. Ma il piccolo cade improvvisamente in coma, per un male misterioso, evento che costringe l'uomo a rivelare la sua reale identità...

Il nodo di Tyone è un dramma che unisce mistero e sentimento, natura rigogliosa e malattia, abnegazione e struggimento; è una storia intensa e toccante, cadenzata da continui colpi di scena, in cui Rocco Familiari ci restituisce - con il suo stile asciutto e accattivante - quel senso di profonda umanità che ci appartiene ma che sembra troppo spesso sommerso dalla quotidianità delle nostre esistenze.

Autore

 è scrittore e drammaturgo, fondatore, nel 1976, del Festival Internazionale del Teatro di Taormina, che ha diretto fino al 1980. Per Marsilio ha pubblicato: L’odore (2006, Prix du Premier Roman, Premio Padula), Il sole nero (2007, Premio Siderno; da cui è stato tratto l’omonimo film diretto da Krzysztof Zanussi, con Valeria Golino, Kaspar Capparoni, Remo Girone), Il ragazzo che lanciava messaggi nella bottiglia (2011, Premio Joyce Lussu), Il nodo di Tyrone (2014). Nel 2010, per la Biblioteca del Novecento di Marsilio ha tradotto Il diavolo in corpo di Raymond Radiguet. Le opere teatrali e i saggi di drammaturgia sono raccolti nel volume Teatro (Gangemi editore, 2008). Nel 2017 è uscita una sua traduzione integrale con commento critico del Woyzeck di Büchner per la collana di Studi di Teatro contemporaneo e Cinema, edita da Pagine.