Brama

Brama

traduzione di

pp. 544, 1° ed.
978-88-317-1736-6

Brama ha vinto il Premio come miglior giallo dell’anno dell’Accademia Svedese del poliziesco ed è stato selezionato per il prestigioso Danish Academy of Crime Writers' Award.


«Il meglio che il paesaggio del crime scandinavo ha da offrire» Spiegel

Tra le strade di Londra agitate dai fatti del G 20, che insieme ai presidenti delle grandi potenze ha portato violenza e disordini, un uomo dai tratti asiatici è investito da un’auto mentre cerca di passare delle informazioni a un osservatore dell’Europol. Ma le sue ultime parole, sussurrate all’orecchio dell’ispettore Arto Söderstedt prima di morire, sono incomprensibili. Dopo pochi giorni, in un parco della capitale viene ritrovato il cadavere di una donna. Anche lei portava un messaggio per la nuova, segretissima unità operativa OpCop dell’Europol, il gruppo scelto di polizia europea che si trova ora ad affrontare la sua prima indagine. Due casi di morte apparentemente isolati, che rivelano invece un nesso sorprendente, un filo che si estende dall’Asia all’America, passando per l’Europa, e coinvolgono gruppi malavitosi di ogni paese. Una faccenda per OpCop, insomma, il cui obiettivo dichiarato è sconfiggere la criminalità internazionale. 

Brama segna l’inizio di una nuova serie di polizieschi di uno dei massimi scrittori di genere del nord, capace di fondere le caratteristiche migliori del thriller nordico e di quello americano. La sua squadra deve agire in una realtà in cui internet e la fluidità delle frontiere hanno globalizzato anche il crimine, dove avidità e corruzione stendono i loro tentacoli in territori molo più vasti di quelli circoscritti dai confini nazionali.

Quello di Arne Dahl è un thriller trascinante e spaventosamente realistico che, ricomponendo tutti i fili in una solida rete di brama, denaro e potere, si fa specchio provocatorio del nostro tempo.


«Questo è molto più di semplice intrattenimento. Arne Dahl getta lo sguardo al futuro dell’Europa e ci presenta un imponente sistema di scurezza che non conosce più frontiere» Der Tagesspiel

«Dahl affronta i grandi temi globali, e lo fa come nessun altro sa fare» Die Zeit

«Critica sociale estremamente pungente. Arne Dahl porta l’eredità di Sjöwall & Wahlöö nel nostro tempo» Uppsala Nya Tidning

«Un romanzo che corre a duecento all’ora. Viene il batticuore, ma Dahl sa condurre l’auto con stile e padronanza» WDR4

• Un autore tradotto in 20 lingue

• Un milione di copie vendute solo in Germania

• A lungo al primo posto in classifica nei Paesi scandinavi e in Germania

• Diritti cinematografici venduti a Filmlance International, in produzione

• Vincitore del Danish Academy of Crime Writers’ Award (Palle Rosenkrantz Award)

• Vincitore del German Crime Writing Award

• Riconoscimento speciale dello Swedish Academy of Crime Writers per l’intera opera

• Nominato allo Europe’s Best Crime Writer Award

• Vincitore dello Swedish Academy of Crime Writers’ Award

Autore

, pseudonimo di Jan Arnald (1963), è scrittore, editor e critico letterario. Collabora con l’Accademia di Svezia, che assegna ogni anno il Premio Nobel, e cura una rubrica sul quotidiano di Stoccolma «Dagens Nyheter». Autore di romanzi tradotti in 30 paesi, ha scalato le classifiche internazionali con la pluripremiata serie poliziesca del Gruppo A e con quella dell’unità operativa OpCop, edite in Italia da Marsilio e diventate fiction televisive di successo. Il tempo del male è il primo episodio di una nuova serie, con protagonisti gli investigatori Sam Berger e Molly Blom.