Miniature di vetro

La bomboniera d'artista

pp. 144 con 225 ill. a col., 1° ed.
978-88-317-1238-5
Sandro Pezzoli ha raccolto negli anni oltre quattrocento bomboniere, rari e autentici capolavori in vetro di epoche diverse e di dimensioni assai ridotte. Inconsapevole ispiratore della collezione è Lino Tagliapietra che, per il matrimonio della figlia Marina con Sandro Vecchiato, nel 1983, realizza una bomboniera di cui Pezzoli, già appassionato collezionista di opere in vetro, riceve in dono un esemplare. Ne rimane talmente affascinato che inizia a dedicarsi alla nuova ricerca, per mercati e mercatini, o anche chiedendo ad amici, conoscenti e parenti al fine di trovare vecchi pezzi, ciotoline, vasetti, qualsiasi oggetto sia una miniatura d’autore o di un’importante vetreria, ma anche di provenienza sconosciuta. Verso la fine degli anni ottanta, Pezzoli entra in contatto con numerosi artisti australiani, fra i quali Kathy Elliot e Benjamin Edols. Questi incontri divengono anche l’occasione scherzosa per richiedere in dono, in segno d’amicizia, una piccola bomboniera. Lo stesso avviene in seguito con gli americani Dominick Labino e Dale Chihuly e con i veneziani Michele Burato e Massimo Nordio, solo per citare alcuni tra i numerosi artisti che nel tempo hanno omaggiato Pezzoli con le proprie creazioni in miniatura.