Testo sacro e libertà

Per una lettura critica del Corano
a cura di , introduzione di
1° ed.
978-88-317-1091-6
Nas.r H . a¯mid Abu¯ Zayd è stato un intellettuale musulmano in grado di cogliere le sfide della modernità e di tradurle nella sua cultura. Al centro del suo progetto una lettura ermeneutica, storica e umanistica del Corano e l’affermazione di un pensiero critico in grado di intrecciare l’Islam con la cultura della libertà e del pluralismo. Il libro, che raccoglie scritti per la maggior parte inediti, è un omaggio ai temi più attuali del dibattito su Islam e diritti umani che l’autore ci ha lasciato: la questione di genere, le pene corporali, la shari‘a, la finanza islamica, la relazione con altre confessioni e culture, l’apostasia, la poligamia. Un grande rigore scientifico si accompagna a una profonda religiosità al servizio della comprensione di quei versetti più critici, meno chiari o nei quali sembrano dominare i concetti di violenza e ingiustizia, spesso considerati all’origine della dicotomia tra pensiero islamico e modernità.

Autore

(1943-2010), docente di Letteratura araba all’Università del Cairo e di Islamistica a Leida, ha dedicato la vita alla critica del testo applicata al Corano. Dopo il blocco della carriera universitaria e una condanna per apostasia, ha vissuto in esilio in Olanda. Tra i suoi scritti in Italia sono apparsi: Islam e storia. Critica del discorso religioso (2002) e Una vita con l’Islam (2004).