La Canottieri Giudecca

La Canottieri Giudecca

1981-2011

pp. 176 con 176 ill. a col., 1° ed.
978-88-317-1031-2
Il racconto di trent'anni di vita di una società sportiva, la Canottieri Giudecca di Venezia, la sua nascita, crescita e consolidamento nel contesto storico e sociale della Giudecca, e più in generale di Venezia, attraverso tre linee di lettura. Innanzitutto la storia ricostruita da uno dei protagonisti, Silvio Testa: la fondazione e la presidenza di Gianni Cucco (1981-1992); la combattuta riforma sotto Piero Fabris e lo stesso Testa (1992-1999); la pacificazione e il conseguente consolidamento con Giovanna Della Toffola (dal 1999 a oggi). E assieme allo sviluppo cronologico i temi più squisitamente "politici" della vita sociale, il problema della sede che per tanti anni ha affaticato i consigli direttivi, alcuni dei passaggi fondamentali dell'avvio e della crescita dei settori nei quali si è estrinsecata l'attività, le vicende del canottaggio, della voga alla veneta, della vela al terzo. Accanto alla storia una serie di brevi testi, delle schede di approfondimento, con ricordi, commenti, impressioni dei personaggi che hanno costruito la Canottieri come oggi la conosciamo, alcune scritte direttamente dai protagonisti, liberamente e senza alcun filtro, altre raccolte da Alessandro Rizzardini partendo da punti di vista spesso diversi e dialettici. Infine il racconto per immagini attraverso le fotografie di Alessandro Rizzardini: la Giudecca, la sede come spazio fisico e come spazio vissuto, i volti dei protagonisti, le regate, le gite, le attività, gli uomini, le donne, i bambini. Un racconto colorato e affettuoso, emotivo e soggettivo che vuole restituire al lettore l'atmosfera e l'umore di una delle più belle società remiere lagunari.

Autore

, laureato in Filosofia, giornalista professionista. Ha seguito dagli anni Ottanta del Novecento, per «Il Gazzettino», i principali avvenimenti politici, amministrativi, ambientali di Venezia. Ha scritto diversi libri di taglio ambientalista e sulle pratiche remiere e veliche tradizionali dell’Alto Adriatico. Figlio di genitori dalmati vive a Venezia.