Arte come esperienza

Arte come esperienza

Una nuova formazione manageriale

pp. 136 con 41 ill. a col, 1° ed.
978-88-317-0948-4
I vantaggi competitivi della formazione con l’arte: una scommessa per innovare. Un nuovo metodo utile all’impresa, all’amministrazione pubblica, alla scuola. E a tutti i curiosi...


 

Autore

Una laurea in architettura allo Iuav di Venezia, una forte passione per l’arte, tanta curiosità e frequente voglia di cambiare: è così che Elena Ciresola continua ad attraversare nuovi confini, fatti di abitudini e di tradizionali campi della conoscenza. Dopo un Master in Ricerca didattica e counselling formativo consegue il Dottorato di ricerca in Scienze della Cognizione e della formazione all’Università Ca’ Foscari di Venezia, con quella tesi che è all’origine di questa pubblicazione, mentre realizza esperienze in contesti formativi diversi, tra musei, scuole, SSIS del Veneto, università, istituzioni pubbliche e imprese private. Per la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia ha ideato e curato dal 2002 al 2009 A scuola di Guggenheim, innovativo progetto formativo in cui l’arte viene impiegata quale strumento di apprendimento e di condivisione tra culture differenti. Con Luca Massimo Barbero ha ideato e curato dal 2006 al 2009 il Centro Cultura del Contemporaneo di Caldogno, C4, centro sperimentale di formazione attraverso l’arte contemporanea. Ha curato progetti di formazione con l’arte per le mostre temporanee di diverse istituzioni culturali, quali la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, la Fondazione Cariverona, la Regione del Veneto, HangarBicocca di Milano. Ama “cercare la pedagogia in libri che non sono di pedagogia”, come dice uno dei suoi maestri. Per questo forse continua a insegnare nei licei. Senza sapere ancora, nonostante quattro figli, cosa farà da … grande.