Addomesticare il Principe

Addomesticare il Principe

Perché i leader contano e come controllarli

pp. 208, 1° ed.
978-88-317-0790-9
Il potere politico è sempre più potere personale. Ovunque in Occidente crescono il ruolo e la forza del "Principe democratico": un leader che si afferma in virtù del proprio carisma e che condiziona con la propria figura tutti gli equilibri tra i poteri e le istituzioni. Non solo Berlusconi, ma anche Sarkozy, Merkel, Obama e Cameron. Sergio Fabbrini, uno degli studiosi italiani di politica più autorevoli e internazionalizzati, introduce il lettore alla conoscenza del profilo del Principe democratico e alla riflessione sugli strumenti che meglio possono contenerne i poteri e le possibili forme di arbitrio.

Autore

, direttore della School of Government dell'Università luiss Guido Carli di Roma, insegna Scienza politica e Relazioni internazionali presso lo stesso ateneo. Più volte visiting professor alla University of California di Berkeley, dal 2004 al 2009 ha diretto la «Rivista Italiana di Scienza Politica». È autore di numerosi saggi pubblicati in diversi paesi. Tra i più recenti: Politica comparata. Introduzione alle democrazie contemporanee (2008) e Compound Democracies: Why the United States and Europe Are Becoming Similar (2010).