Corso Canalchiaro 26

Interviste, saggi, interventi negli anni di "Bollettario"

pp. 256, 1° ed.
978-88-317-0694-0
Questa selezione di articoli e saggi letterari, pubblicati per lo più su «Bollettario», documenta, nello spazio temporale dell’ultimo ventennio (1989-2009), la militanza artistico-letteraria dell’Autrice, che con le sue analisi testuali mirate, gli incontri con intellettuali di spicco, gli interventi e le molteplici iniziative, ha sempre svolto, pur in forma defilata, un ruolo trainante, di stimolo continuo verso la realizzazione di un progetto di vita altro dal modello culturale corrente. Mantenendo così vivo il legame tra scrittura e vita. I testi sono predisposti secondo la data di pubblicazione, ma recano in margine quella di composizione, così da favorire riflessioni e riscontri storici precisi. Nato inizialmente per festeggiare i vent’anni della rivista «Bollettario», il libro, in seguito alla morte di Edoardo Sanguineti, suo fondatore e direttore, è stato dedicato alla sua memoria.

Autore

, poeta, saggista, è nata a Galatone (Lecce) nel 1950. Laureata in filosofia, si è sempre dedicata all’insegnamento. Dal 1988, dopo una parentesi di dieci anni a Brindisi (dove ha svolto anche un’intensa attività giornalistica), vive a Modena. Presiede l’Associazione Le Avanguardie, le cui attività prevalenti sono la rivista «Bollettario», fondata nel 1990 con Edoardo Sanguineti, e il Premio Alessandro Tassoni (poesia, narrativa, teatro, saggistica). Tra i suoi lavori: I Palazzi di Brindisi (1986); Amsirutuf: enimma (1988), Vita novissima (1992); Ecce femina (1994), Americanata (1994); Nottilabio (1995), Brogliasso (1996), Salentudine (2004), Superrealisticallegoricamente (2005), Spoesie (2010), L’astutica ergocratica (2010).