Il laccio scarlatto

Il laccio scarlatto

a cura di

pp. 164, 1° ed.
978-88-317-0604-9
Un vecchio che siede presso un tempio nel chiarore lunare, tra le mani un misterioso manoscritto, un laccio rosso nel sacco. Una concubina che, dopo i fasti e i privilegi di corte, muore stretta in un inglorioso capestro mentre l'amato imperatore si copre il volto per sottrarsi all'impietosa esecuzione. Una nobile fanciulla che riesce a ricongiungersi al promesso sposo grazie a una pillola prodigiosa. Un'altra privata per sempre del suo sogno amoroso per una passione consumata anzitempo. E infine una cortigiana che per la forza della sua devozione trasforma l'incontro con un letterato in una meravigliosa storia di rinascita, manifesto di una nuova etica matrimoniale. I cinque racconti di epoca Tang (618-907) descrivono con sfumature sottilissime i conflitti e le contraddizioni che percorrono il soggetto amoroso nella letteratura cinese classica, tra la dimensione pubblica dell'ordine e dell'armonia nelle relazioni umane e quella interiore degli affetti e dei desideri.