fbpx

La donna cardinale

La donna cardinale


pp. 112, 1° ed.
9788829706655
L’elezione di papa Ignazio getta un’ombra di sconcerto e irritazione sul mondo piccolo ma enorme del Vaticano. Se vuole cambiare tutto, se intende impedire al faccendiere italiano di riciclare denaro sporco attraverso lo Ior, allora il nuovo pontefice dimostra di essere pericoloso. E il pericolo va combattuto. Così, nei corridoi spazzati da invidie e rivalità, comincia a serpeggiare l’idea di un piano per liberarsi del Santo Padre. Gregorio, l’archiatra, il “primo dei medici”, riuscirà a sventarlo, diventando così l’unico confidente del papa all’interno di una curia ostile. In questa atmosfera carica di tensione, Ignazio – suscitando timore e ansia nell’archiatra, fedele al pontefice per tradizione ma non per convinzione – pensa di nominare una donna segretario di stato e di crearla cardinale, unica garanzia per la sua rivoluzione. Mentre Gregorio segue preoccupato la situazione, i cardinali, che spiano il papa, organizzano le loro contromosse. Ma le riunioni si svolgono durante cene servite da suore che ascoltano e registrano tutto... Lucetta Scaraffia indaga, questa volta attraverso una storia che si tinge di giallo, il ruolo delle donne all’interno del Vaticano e della Chiesa tutta, disvelando gli aspetti più oscuri e cupi delle alte sfere ecclesiastiche.

Autore

 (Torino, 1948), storica e giornalista, docente di Storia contemporanea all’Università La Sapienza di Roma, è stata per lungo tempo editorialista dell’Osservatore Romano, di cui ha fondato e diretto dal 2012 al 2019 il mensile Donne Chiesa Mondo. Collabora con diverse testate italiane e internazionali tra cui Le Monde e El País. Autrice di numerosi libri, con Marsilio ha pubblicato Dall’ultimo banco. La Chiesa, le donne, il sinodo (2016), tradotto in francese, nederlandese e spagnolo, Tra terra e cielo. Vita di Francesca Cabrini (2017) e Storia della liberazione sessuale. Il corpo delle donne tra eros e pudore (2019).